Agenzia delle Entrate: stop ai controlli sul reddito

0
2092

L’Agenzia delle entrate non giustificherà più un accertamento nei confronti di un contribuente che dichiara spese superiori al proprio reddito. La sentenza n. 70 del 12 giugno 2015 della Commissione tributaria provinciale di Sondrio chiarisce, per la prima volta, i nuovi meccanismi del redditometro, lo strumento del Fisco che incuteva terrore ai contribuenti con una forte discrepanza tra reddito dichiarato e spese sostenute in un anno fiscale. Secondo i giudici, il Fisco non può applicare alle persone fisiche la stessa severità nei controlli usata per le aziende o i lavoratori autonomi.
Con la sentenza della Tribunale di Sondrio In caso quindi di accertamento sintetico, destinato alle persone fisiche, sarà sufficiente una stampa dei movimenti del proprio conto corrente bancario che “è sostanzialmente valida a dimostrare i prelievi dal conto bancario a fronte dei pagamenti delle rate dei mutui”, come chiarisce la sentenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here