Allarme OKI nelle scuole, ricoverato ragazzino 14enne. Pericoloso se usato così

0
5071

Un quattordicenne è stato pestato da uno dei bulli della scuola che frequenta e poi quest’ultimo l’ha obbligato ad assumere dell’OKI. Il fatto è accaduto a Modica in provincia di Ragusa (Sicilia). La polizia, che ha raccolto le testimonianze dei genitori delle vittime, lo ha denunciato. Il ragazzo aveva già malmenato altri compagni di scuola poche ore prima offrendo poi a chi lo derideva dell’OKI da sniffare. Il farmaco a base di Ketoprofene, venduto in farmacia, è un antinfiammatorio, antidolorifico e antipiretico. Convocato dalla polizia insieme ai genitori, il quattordicenne si è scusato per quanto commesso, spiegando di non essersi reso conto della pericolosità dei suoi gesti. Il ragazzo forse neanche sapeva che sniffare OKI può essere letale per la salute. L’Oki come molti altri farmaci contiene sostanze tossiche. Pertanto sniffare antiolorifici, sonniferi, analgesici, psicofarmaci, neuroelettici può causare effetti simili ed a volte più forti delle droghe di strada.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here