Allarme riso al veleno: “Se avete questi SINTOMI fate attenzione”. ECCO LE MARCHE COINVOLTE

0
838

Nuove importante indicazioni per quanto concerne la concentrazione di arsenico inorganico nei prodotti. Saranno introdotti dei limiti in molti prodotti, come ad esempio nel riso. Questo è quanto deciso dalla Commissione Europea. L’associazione di consumatori Consumer Reports aveva denunciato quattro anni fa l’eccessiva presenza di arsenico in ben 60 prodotti. Preoccupa, soprattutto, la situazione relativa ai bambini che attraverso farine miste di cereali, assumono più quantità di riso rispetto agli adulti. I bambini possono risentire anomalie nello sviluppo intellettivo, mentre per gli adulti c’è il rischio concreto di sviluppare tumori. Il Fatto Alimentare chiarisce che fino al 2017 saranno tollerate dosi comprese tra 0,15 e 0,2 mg/kg di riso, ma in seguito tale concentrazione dovrà registrarsi a 0,1 mg/kg. Sintomi immediati: nausea, vomito, dolori addominali, irritazione cutanea, laringite, bronchite. Dopo un’ora: Apparato circolatorio: vasodilatazione, aumento della permeabilità capillare, edema generalizzato, disidratazione, shock mortale. Apparato gastroenterico: diarrea acquosa, diarrea sanguinolenta per distacco dell’epitelio enterico, conseguente all’edema e formazione di vescicole al di sotto della mucosa; tali vescicole tendono a rompersi e a ledere e distaccare il tessuto. Reni: danno glomerulare e tubulare, proteinuria. Cute: effetto vescicante. Sistema nervoso periferico: neuropatia periferica sensitiva e motoria. Sistema nervoso centrale: encefalopatia da danno organico, delirio, coma. Midollo rosso: pancitopenia. Fegato: steatosi, necrosi, cirrosi. CONTINUA A LEGGERE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here