ALLERTA ASL: “Se vedete questi bruchi allontanatevi subito”

1
579

Con la Primavera sale il pericolo costituito dalla Processionaria, temibile bruco assai pericoloso per animali e bambini. Ecco alcuni preziosi consigli su come riconoscerli, sui rischi e su come comportarsi a seconda dei casi. Il nome scientifico della processionaria del pino è Thaumenotopoea pityocampa: trattasi di un lepidottero appartenente alla famiglia Notodontidae. È un insetto assai distruttivo per le pinete, perché distrugge le foglie, ma a noi interessa soprattutto la sua forma larvale. Il nome di processionaria deriva proprio dall’abitudine di questi bruchi di spostarsi sempre in fila indiana, formando una vera e propria processione: si compattano solamente quando raggiungono il loro nido, dove andranno a rideporre le uova. Da adulta la processionaria non è altro che la classica farfalla triangolare, notturna, dal colore bianco-giallastro e apertura alare di 5 centimetri. Anche da adulte, quandosi sentono minacciate, emettono un liquido giallino assai irritante. La processionaria si trova sui pini, ma anche sui cedri. sSe vedete dei nidi biancastri in inverno su queste piante, allora è probabile che abbiate un’infestazione di processionaria. La processionaria è un bruco molto pericoloso sia per la salute umana che per quella dei nostri animali, cane e gatto incluso. I peli sono fortemente urticanti: si infiggono nella pelle e subito origina un eritema papuloso pruriginoso. Tuttavia i casi più gravi si hanno quanto i peli riescono a giungere a contatto con l’occhio, con le mucose in generale, con la bocca o quando riescono ad entrare nelle vie respiratorie e digestive. Particolarmente pericolosa la processionaria per i cani, i quali hanno l’abitudine di annusare per terra e possono ingerire i peli urticanti del bruco. Il cane in questi casi sviluppa sintomi allarmanti in breve tempo: -salivazione abbondante -dolore -infiammazione di bocca, esofago e stomaco -edema della glottide
-necrosi della lingua e della mucosa -febbre -vomito emorragico -diarrea emorragica. Se il cane viene a contatto con la processionaria, la prima cosa da fare è cercare di allontanare i peli urticanti dalla bocca facendo dei lavaggi con acqua. CONTINUA A LEGGERE

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here