Ammorbidente killer: la scoperta shock. Ecco perchè non dovete assolutamente usarlo

0
11750

L’ammorbidente è un prodotto nocivo per la nostra salute: un carico tossico a basso dosaggio ripetuto nel tempo può generare conseguenze negative secondo Peter Ohnsorge, presidente dell’Accademia Europea di Medicina Ambientale. L’ammorbidente è composto da sostanze che possono causare tumori e danni cerebrali. Inoltre, sono inquinanti per il nostro pianeta. L’ammorbidente non va utilizzato perchè: L’ammorbidente costa parecchio, anche se lo si acquista nei discount; L’ammorbidente è molto inquinante e poco biodegradabile, quindi l’impatto ambientale è altissimo; L’ammorbidente tende a creare una patina sugli indumenti che rende poi difficile l’eliminazione dello sporco vero e proprio e così ci tocca anche aumentare la quantità di detersivo e quindi più inquinamento e costo; La patina che resta sugli indumenti viene ogni santo giorno a contatto con la nostra pelle e quella più delicata dei bambini, trasferendo al nostro organismo le sostanze di cui è composto (per legge non tutti devono essere elencati nella lista ingredienti): Hardened TEA, Isopropyl Alcohol, Tallow Alcohol, Laureth-20, Butylphenyl Methylpropional, Hexyl Cinnamal, Coumarin, formaldeide, fosfati, pentano, benzil acetato, coloranti artificiali, derivati del petrolio e quasi tutti di origine sintetica che risultano altamente inquinanti per l’ambiente e nocivi per la salute dell’uomo. Gli ammorbidenti sono formulati per persistere nei vestiti per lungo periodo, di modo che questi componenti sono assorbiti dalla pelle a poco a poco e rilasciati lentamente nell’aria venendo anche gradualmente inalati.
Stendere ad asciugare in casa i vestiti lavati con l’ammorbidente inquina pesantemente l’aria di casa e può causare nel tempo sempre più gravi disturbi. Per il Dr. Sharpe “L’80-90 per cento dei casi di cancro sono determinati dall’ambiente e quindi teoricamente evitabili”. Gli effetti possono essere: asma, mal di testa, dermatite, orticaria, irritazione delle mucose, reazioni allergiche, dolori muscolari, difficoltà digestive, modificazioni imprevedibili a livello psicofisico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here