Bonus Imu e Tasi: arriva lo sconto del 50%. Ecco come richiederlo entro il 1° marzo

1
1946

Cosa occorre per ottenere lo sconto del 50% sull’imponibile IMU e TASI per quanto concerne gli immobili concessi in comodato d’uso gratuito a figli e parenti in linea retta ? Per prima cosa, bisogna registrare il contratto di comodato d’uso gratuito a figli e/o parenti in linea retta di primo grado. Il costo di questa operazione è di 216 euro (200 per l’imposta di registro e 16 per la marca da bollo). Bisogna, inoltre, presentare la dichiarazione IMU 2016 entro il 30 giugno 2017, indicando le condizioni che sono variate rispetto all’anno precedente. Per fruire del bonus IMU e TASI 2016 già nel primo semestre occorrerebbe registrare il contratto di comodato d’uso gratuito entro il 20 gennaio 2016. T Il Ministero dell’Economia ha chiarito, tuttavia, quali sono gli effettivi termini da rispettare per la registrazione del contratto di comodato d’uso gratuito tra genitori e figli prodromico all’ottenimento del bonus IMU e TASI 2016: è necessario registrare i contratti di comodato d’uso gratuito tra parenti in linea retta di primo grado entro e non oltre il 1° marzo 2016. Il chiarimento è arrivato direttamente dal MEF, in risposta ad un quesito sollevato dalla CNA. Il contratto di comodato d’uso gratuito può essere scritto o verbale. Quella verbale, tuttavia, non è ammessa dalla Legge di Stabilità 2016 al fine di poter fruire dello sconto del 50% sull’imponibile IMU e TASI 2016. Per i contribuenti che, invece, hanno già registrato il contratto di comodato d’uso gratuito in forma scritta, vale sempre il termine di 20 giorni dalla data di stipula del comodato medesimo.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here