Chiesa sotto choc: “Quello che è apparso in piazza in terribile” – FOTO

0
2009

Un atto vandalistico che non è andato giù ai cittadini di Perugia. Una banda, che secondo la Nazione Umbria sarebbe composta da 5 stranieri, ha prima spezzato e poi preso a calci la statua della Madonna di via Tilli. Un accanimento ingiustificato, contro un uomo che stava pregando ai piedi della statua. “Dobbiamo condannare questi atti di vandalismo e di maleducazione, ma non attribuirgli significati che non hanno, perché si sente parlare in questi giorni, seppur tragici e luttuosi per le azioni terroristiche che hanno colpito il cuore della vicina Francia, di episodi di intolleranza verso i cristiani della nostra città”, spiega monsignor Paolo Giulietti, vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve. “Dobbiamo riconoscere – aggiunge l’alto prelato – che per l’islam la figura di Maria è molto importante: è la Madre del profeta Gesù concepito nella verginità e la Beata Vergine è la donna più santa. Non si può attribuire questo gesto di vandalismo, che come ho detto va condannato in ogni senso, ad un episodio di odio religioso. È importante non alimentare la diffidenza reciproca soprattutto in questo momento, ma occorre comprenderci gli uni e gli altri ed aiutandoci reciprocamente a capire i valori di ogni esperienza religiosa”.

madonna_rotta-1-570x285

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here