Congedo parentale: arriva la rivoluzione. Tutte le istruzioni dell’Inps per presentare domanda

0
2015

E’ arrivata la circolare INPS applicativa con le istruzioni, la n. 152/2015. Con questa circolare l’Ente annuncia l’avvio della procedura telematica per l’inoltro delle istanze da parte dei genitori lavoratori dipendenti, che entro fine anno potranno fruire su base oraria del congedo parentale non ancora utilizzato ed esteso fino ai 12 anni del figlio, retribuendolo fino ai 6 anni.

Nella fase transitoria, la richiesta all’Istituto è presentata mediante un’apposita domanda on line, che è diversa dalla domanda telematica in uso per la richiesta del congedo parentale giornaliero o mensile. Per tale motivo, se in un determinato arco di tempo, il genitore intende fruire il congedo parentale in modalità giornaliera e/o mensile ed in modalità oraria, dovrà utilizzare le due diverse procedure di invio on line. In una seconda fase, se la misura sperimentale sarà confermata, le modalità saranno integrate.

– Presentazione domanda
tramite Servizi INPS Online con autenticazione con PIN dispositivo;
rivolgendosi a CAF e patronati;
via telefono al numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) oppure 06.164.164 (da telefono mobile, a pagamento);
Il genitore ha l’onere di comunicare al datore di lavoro la fruizione del congedo parentale con due giorni di preavviso indicando l’inizio e la fine del periodo di congedo.

– Durata
La modalità oraria non modifica la durata del congedo parentale: restano invariati i limiti complessivi e individuali entro cui genitori dipendenti possono assentarsi dal lavoro. “In assenza di contrattazione, la giornata di congedo parentale si determina prendendo a riferimento l’orario medio giornaliero del periodo di paga quadrisettimanale o mensile immediatamente precedente a quello nel corso del quale ha inizio il congedo parentale (ossia lo stesso periodo preso a riferimento dal citato art. 23 per il calcolo dell’indennità). In assenza di ulteriori specificazioni di legge, per orario medio giornaliero si intende l’orario medio giornaliero contrattualmente previsto. In tale caso, il congedo orario è fruibile in misura pari alla metà di tale orario medio giornaliero”.

– Applicabilità
Il congedo a ore per tutti i dipendenti ha natura sperimentale e quindi per ora è in vigore per i soli periodi di congedo parentale fruiti dal 25 giugno al 31 dicembre 2015. Inoltre, si prevede la non cumulabilità del congedo parentale ad ore con altri permessi o riposi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here