Ecco i risultati del test del DNA: “Si, quella bambina è proprio…”

0
27215

“Mi dispiace, lei non si rende conto di quello che ha fatto, si è comportata malissimo. Ma è mia figlia, ho tutti i documenti e ho acconsentito al prelievo del DNA. Non vedo l’ora che si sappia la verità e che finisca tutto questo”. A parlare è la mamma della ragazza di Tito, in provincia di Potenza, che il 12 agosto scorso aveva mandato un messaggio alla mamma di Denise Pipitone (Piera Maggio) via Facebook con su scritto “Mamma sono Denise”. Piera Maggio, oltre che alle autorità, aveva dato il messaggio anche alla trasmissione di Rai Tre “Chi l’ha Visto?!” i cui “agenti sul campo” si sono messi alla ricerca del mittente trovandolo. La donna ha poi continuato dicendo “Sono rimasta anche io impressionata da quanto è accaduto da quello che mi ha raccontato mia figlia è andata su Facebook con il cellulare e sostiene che non aveva pensato che fosse una cosa grave, voleva fare uno scherzo. […] Mia figlia non ha cicatrici come Denise, ma ora vi faccio vedere i documenti: passaporto, atto di nascita e un certificato serbo che mi permette di viaggiare con la bambina, che non è stata riconosciuta dal padre. […] Ho avuto paura delle conseguenze di questo gesto: io non ho un lavoro stabile, non ho mai avuto problemi con la legge, mi piace avere una vita tranquilla e senza problemi, anche mangiando pane e cipolla. Io non ho paura che lei sia Denise, infatti non ho nemmeno l’avvocato. Ho firmato anch’io per il DNA perché solo quello mi può difendere, non c’è niente di meglio per dimostrare che è mia figlia. Ho anche tutte le foto dalla nascita e le ho mostrate alle autorità competenti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here