Epatite A: ecco la marca di surgelati incriminata

1
6345

Virus dell’Epatite A ritrovato nelle confezioni di frutti di bosco congelate. Dopo un altro caso di ritrovamento del virus a Torino, Coldiretti interviene e pretende chiarezza: vuole sapere da dove arrivano i frutti di bosco incriminati che hanno già portato ad un rogatoria in Polonia, Ucraina, Bulgaria e Canada.

L’ultimo caso di confezioni contaminate dal virus è commercializzata da La Valle degli Orti per conto di Buitoni di proprietà della multinazionale Nestlé.

Codiretti chiede che venga reso obbligatorio l’inserimento della provenienza sulle etichette di ogni prodotto alimentare, sopratutto della frutta.

Il procuratore Raffaele Guariniello ha fatto eliminare dal mercato i prodotti potenzialmente dannosi. La scoperta di queste contaminazioni ha portato a indagare cinque persone per commercializzazione di alimenti pericolosi per la salute.

la Nestlè è rimasta sorpresa e ha chiarito che aveva effettuato tutti i controlli necessari, chiedendo la ripetizione del test della procura che fu effettuato su un campione prelevato il 9 settembre in un centro Ipercoop di via Livorno a Torino. “In ogni caso, a seguito della notifica delle autorità sanitarie, Nestlè sta attivando le procedure necessarie al ritiro del lotto Frutti di Bosco Valle degli Orti Numero 3144088803 Data di Produzione 24 Maggio 2013 Scadenza Maggio 2015. Tutti gli altri surgelati La Valle degli Orti sono da ritenersi come assolutamente sicuri per consumo”, la nota dell’azienda.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here