I medici confermano: E’ allarme peste!!

1
5839

Una delle mete più popolari del turismo statunitense, il parco nazionale di Yosemite in California (4 milioni di visitatori l’anno), potrebbe diventare una zona off-limits per diverso tempo. Il motivo? Sono già due i turisti transitati per il parco che hanno, nel giro di poche ore, contratto la peste. La notizia è stata confermata dalle autorità e riportata dalla Cnn. Una settimana fa era stata diffusa la notizia che un bambino che aveva visitato Yosemite aveva contratto la malattia. L’immediata diagnosi e le cure tempestive avevano permesso al piccolo di riprendersi. Ma i ranger del parco aveva segnalato il pericolo dopo avere riscontrato la presenza di diversi scoiattoli contagiati. Il secondo paziente, invece, è originario della Georgia. L’uomo, rientrato malato, nel suo Paese, è poi stato trasportato in ospedale dove, fortunatamente, è stato curato. La peste viene trasmessa dalle pulci e quando un roditore, come gli scoiattoli di Yosemite, muore, gli insetti si trasferiscono immediatamente su un altro ospite, animale o persona. La malattia è fatale se non trattata prontamente con terapia antibiotica. A Yosemite la zona di contagio è stata identificata in uno dei campi di sosta, il Meadows Campground, che resterà chiuso a titolo precauzionale mentre il resto del parco rimane aperto.

1 COMMENT

  1. è successo nei millenni.c’era da aspettarselo,visto come abbiamo trattato l’ambiente.Un bel cambio di casacca ebola -peste.La natura ci deve sgrumare in tutti i modi.L’inquinamento è proporzionale alla popolazione,e la Natura quella colpisce.Il club di Roma di Aurelio Pecciei,lo lasciava presagire

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here