I Pooh travolti dallo scandalo: La vita di uno di loro sarà stravolta per sempre

0
2982

Una storia davvero incredibile quella emersa nelle scorse ore sulle pagine de “Il resto del Carlino”. Una ragazza, Francesca Michelon, di 31 anni, avrebbe detto che suo padre sarebbe Stefano D’Orazio, lo storico batterista dei Pooh. Ecco le parole rilasciate dalla ragazza “Voglio la verità sulla mia identità e sull’uomo che ho conosciuto dieci anni fa, Stefano D’Orazio”. Francesca è venuta a sapere della presunta paternità di Stefano D’Orazio grazie ad una confessione della madre avvenuta circa 10 anni fa. La somiglianza è poi davvero innegabile. La ragazza ha chiesto un’azione di riconoscimento di paternità al Tribunale di Marsala (D’Orazio ha la residenza a Pantelleria) e ora il processo è arrivato al punto cruciale in quanto il giudice ha ordinato di fare il test del Dna, ma solo una delle due parti si è sottoposta, Francesca Michelon. Stefano per ben tre volte non si è presentato per il prelievo. Ma come faceva la mamma di Francesca a conoscere uno dei Pooh. Alla fine degli anni ‘70 e la mamma di Francesca, Oriana Bolletta, sposa Diego Michelon, tecnico del suono che al tempo collaborava spesso con i Pooh. La signora avrebbe avuto una crisi con il marito (dal quale aveva avuto la primogenita) e proprio con la crisi sarebbe nata una relazione tra D’Orazio e la signora. Oriana si accorge di essere incinta e per lei il padre è il batterista dei Pooh. La donna lo comunica a D’Orazio, che però tronca la relazione. E così lei, sola e smarrita, si riavvicina al marito e torna con lui. Francesca diventa grande, si trasferisce a Roma e inizia a lavorare come grafica pubblicitaria. I genitori si sono separati, mantenendo però rapporti cordiali. Nel 2006 Oriana racconta tutto alla figlia così quest’ultima contatta D’Orazio e lo frequenta per un anno. Al batterista è stato chiesto il mantenimento retroattivo dal momento della nascita, più i danni esistenziali, per un totale di due milioni e mezzo di euro.

Pooh

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here