Il dramma alle prime ore della mattina: “Stefano è stato trovato morto così…”

0
660

E’ stato condannato all’ergastolo Roberto Romanini per aver assoldato dei killer che uccidessero il cugino, Stefano, nei pressi della sua abitazione di Camaiore in provincia di Lucca. E’ rimasta ancora oscura agli inquirenti l’identità dell’esecutore materiale dell’omicidio. Il sessantacinquenne Roberto Romanini secondo quanto ricostruito, avrebbe pagato dei killer per uccidere Stenao barbaramente freddato nei pressi della sua abitazione con 9 colpi di pistola. Il delitto maturò per motivi economici e, per l’accusa, in particolare per una polizza-vita di 700mila euro che la vittima aveva in scadenza il giorno in cui è deceduto e di cui era beneficiaria in gran parte la ditta della quale poi sono diventati proprietari proprio l’imputato e i suoi familiari. Stefano era appena uscito di casa per recarsi al lavoro quando è stato raggiunto dal killer. CONTINUA A LEGGERE…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here