Il giallo di Roberta Ragusa, la svolta

È stato chiesto il rinvio a giudizio per il marito della donna scomparsa oltre un anno fa, ovvero la notte tra il 13 ed il 14 gennaio del 2012 a Gello di San Giuliano Terme.

0
2826

È stato chiesto il rinvio a giudizio per il marito della donna scomparsa oltre un anno fa, ovvero la notte tra il 13 ed il 14 gennaio del 2012 a Gello di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa: la notizia sulla richiesta di rinvio a giudizio di Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa, è giunta dall’Ansa.

Ciò è molto importante per le indagini perché potrebbe rappresentare una vera e propria svolta e, forse, anche l’anticiparsi del processo per l’uomo: la Procura di Pisa manderà gli atti entro la fine di questa settimana, per l’accusa di omicidio volontario e distruzione di cadavere.

Come ricorderemo, infatti, la donna era scomparsa due anni fa, e di lei non vi sono state più tracce: a poco a poco, grazie anche all’aiuto della trasmissione Chi l’ha visto?, gli investigatori sono giunti all’ipotesi (che potrebbe presto tramutarsi in certezza), che ad uccidere la donna e far scomparire il cadavere sia stato proprio il marito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here