L’assegno di invalidità spetta a tutti gli eredi del disabile anche dopo la morte. Ecco cosa fare

0
10963

L’indennità di accompagnamento è un diritto degli eredi: un diritto riconosciuto per legge. Quindi, l’assegno d’invalidità si eredita anche senza prestare assistenza. La somma spetta anche a colui che non ha provveduto all’assistenza dell’invalido. Questo, fondamentale, passo è ribadito dalla Cassazione con una recente sentenza. Gli eredi hanno diritto alle quote della pensione d’inabilità e dell’indennità di accompagnamento maturate dalla domanda amministrativa alla morte dell’invalido avvenuta in epoca anteriore all’accertamento dell’inabilità da parte della commissione provinciale. l diritto alle prestazioni assistenziali dovute agli invalidi civili nasce sulla base della domanda amministrativa e della sussistenza dei presupposti normativamente previsti e, facendo parte del patrimonio del titolare deceduto, a prescindere dal suo accertamento in sede amministrativa e/o giudiziale, si trasmette con la successione ereditaria anche in caso di morte dell’avente diritto antecedente all’accertamento dei presupposti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here