L’esperto dell’intelligence: “Prepariamoci ad almeno altri 10 attacchi nelle prossime ore”

0
562

L’esperto di intelligence Aldo Giannuli ha parlato a distanza di poche ore dagli attacchi di Bruxelles. Ad Affaritaliani.it ha detto “Due avvenimenti di questa portata a distanza di cinque giorni molto difficilmente possono essere casuali. Significativamente, sono avvenuti poco dopo che Salah si è detto disposto a collaborare a patto di non essere estradato in Francia. […] Questo attacco ci fa capire una cosa: i jihadisti hanno cellule diffuse sul territorio belga. Un attentato come questo si può improvvisare fino a un certo punto. Viene da pensare che questi abbiano già pronti nel cassetto una serie di piani di attacco pronti a messere in atto alla bisogna. […] Finora l’abbiamo scansata per tre fattori: il potente aiuto di uno straordinario soggetto geopolitico come il Vaticano, il grande reticolo informativo nei Paesi mediorientali dell’Eni e infine, non fa piacere dirlo ma è così, dal controllo del territorio operato dalla malavita organizzata che non ha alcun interesse a veder moltiplicare le misure di sicurezza che ostacolerebbero i suoi affari. Ma attenti, questo non può durare per l’eternità. […] Questo purtroppo è l’avviso di una nuova ondata in arrivo. L’Europa dovrebbe darsi una struttura di intelligence degna di questo nome, evitare errori o bambinate oscurando siti jihadisti. Serve penetrazione in quel mondo ed evitare errori come interventi occidentali in Libia o cose del genere. Per cinque jihadisti che elimini ne fai nascere altri dieci. Se non riusciamo a inaridire le fonti di reclutamento avremo perso”. CONTINUA A LEGGERE…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here