L’Italia intera in lacrime: “Addio Aurora”

0
5471

La piccola Aurora, la bimba di 9 mesi morta in casa nella notte tra il 26 e il 27 febbraio 2015 a causa di un arresto cardiocircolatorio provocato da una “grave disidratazione” e da “iponutrizione cronica e acuta”, è finita di nuovo al centro della cronaca. I suoi genitori, Marco F. e Olivia Beatrice G., di 41 e 37 anni, sono infatti finiti sotto accusa per maltrattamenti in famiglia aggravati. Il Pubblico Ministero ha anche chiesto l’archiviazione per un medico che 20 giorni prima della morte della piccola, la visitò per poi dimetterla dal Pronto Soccorso dell’ospedale San Camillo di Milano. Dalle indagini condotte dalla Squadra mobile di Milano è emerso che la bimba viveva assieme ai genitori e al nonno paterno in un ambiente malsano e in condizioni igieniche precarie, tanto che nel corso dei sopralluoghi sono stati trovati scarafaggi anche nel frigorifero della cucina. La piccola riceveva inoltre un nutrimento “insufficiente”, a base di camomilla e latte vaccino spesso diluito con acqua. Aurora, sempre secondo le indagini, non era mai stata visitata da un pediatra. In due occasioni è stata portata però dai genitori al pronto soccorso dell’ospedale San Carlo di Milano in quanto aveva la febbre alta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here