Mamma ubriaca al volante, la strage delle sorelline Alessia e Valentina

0
2886

Era alla guida di una Fiat Punto di colore bianco la trentaseienne Jaqueline De Paola quando è avvenuto il terribile incidente che è costato la vita alle sue due piccole figlie Valentina e Alessia che erano sedute sui sedili posteriori senza cinture. Le due bimbe sono state catapultate sull’asfalto. Affranto nel suo dolore il papà che ha girato tra gli ospedali Bambino Gesù e Gemelli di Roma fino a che non è stata dichiarata la morte cerebrale delle piccole. L’incidente è avvenuto tra Roma e Ostia sulla fatidica Via del Mare, strada nota per la sua pericolosità. Valentina, 9 anni, e Alessia, 12, hanno lottato per qualche ora ma per loro non c’è stato nulla datare. Jaqueline, ancora in vita ma sedata, non sa ancora nulla delle figlie e, per di più, rischia l’accusa di omicidio colposo in quanto, secondo l’alcol test, aveva un tasso superiore cinque volte a quello consentito e pari a 2,5. Il conducente dell’altra vettura coinvolta nello schianto (una Audi A4) ha detto “Mi sono trovato quella macchina davanti, mi è venuta addosso”. In un primo momento si era ipotizzato che era stata l’Audi A4 a causare l’incidente per un sorpasso azzardato ma invece sembra che sia stata la Punto ad invadere la corsia opposta. Le due auto sono ammassi di lamiera, il contachilometri della A4 è fermo su 120 chilometri all’ora e il contagiri sui 3.500. Andava troppo veloce in quel tratto di strada dove il limite è di 70.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here