“Mi fa schifo…”. Accade a distanza di mesi dal divorzio

0
47659

I paparazzi e gli editori, si sa, sono sempre alla ricerca di qualche scoop per movimentare l’estate e, nelle scorse settimane, il settimanale Diva e Donna aveva pubblicato un articolo con delle foto che ritraevano l’ex moglie di Raoul Bova, Chiara Giordano, in compagnia di Chicco Nalli in una discoteca nei pressi di Sabaudia. Poco dopo si è accodata Eva Tremila che ha parlato si un presunto flirt tra i due: nell’articolo e nelle sue didascalie si leggeva “Ti rendo pan per focaccia! Chiara Giordano, moglie di Raoul Bova, non ha mai preso bene la separazione e adesso sembra che si dedichi a flirt anche lei con uomini sposati! Un ciclo che non ha mai fine. La moglie di Bova balla con il marito di Tina”. Immediato il chiarimento di Chicco che ha detto che sono solo amici e che lei è una cliente del suo centro (Nalli è un parrucchiere di Sabaudia) e, poche ore fa, è intervenuta la stessa Chiara dicendo “Vorrei condividere questo servizio inquietante che eva tremila mi ha dedicato. Forse c’è un capovolgimento di valori in atto che andrebbe rimesso a posto. Prima pubblicamente poi legalmente. Mi fanno schifo le donne che vanno con uomini sposati e questo è un dato di fatto. Ho invece un rispetto profondo per l’istituzione della famiglia che andrebbe onorata e difesa fino alla morte, così come si giura di farlo quando ci si sposa. Vale per la mia famiglia, così come per tutte le altre. Ora, anche se ultimamente abbiamo avuto parecchi esempi che il non rispettare certi valori porti a fama e copertine (prima parte del capovolgimento!) non per questo qualcuno si deve arrogare il diritto di infamare me e screditare un’altra famiglia per vendere più giornali (seconda parte del capovolgimento). Proprio per quello che ho vissuto non mi comporterei mai in questo modo, minacciando la serenità di una coppia e soprattutto dei figli. Certi limiti non andrebbero superati. Il direttore di Diva e Donna, che ha dato il via a questa storia ridicola, così come quello di Eva, ne risponderanno. Non sono io quella che “si dedica a flirt” con i mariti di altre. Direi che hanno altre fonti a cui attingere e che sono più vicine al modo di pensare di questi direttori piuttosto che al mio. L’unico pan per focaccia sarà quello che avranno loro stasera sulla loro scrivania. Pietà!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here