Miracolo nella chiesa del Papa: “l’ostia è diventata sangue”. Scienziati: “Incredibile, è un frammento di cuore”. Guarda le Foto

0
2617

Nell’ultima puntata de “La Strada dei Miracoli” Salirai Leccese ha parlato di un miracolo accaduto ai tempi in cui Papa Francesco era ancora Vescovo di Buenos Aires. Sono in molti i fedeli a conoscere la sua storia ma, per i non praticanti, questa notizia sembrerà del tutto nuova. Era il 18 agosto 1996 quando Padre Alejandro Pezet stava celebrando la Santa Messa nella Chiesa che si trova nel centro commerciale della città. Mentre stava finendo di distribuire Comunione ai fedeli, gli si avvicinò una donna per dirgli che aveva trovato una ostia gettata in fondo alla chiesa. Padre Alejandro la raccolse e la pose in un piccolo contenitore d’acqua. Dieci giorni dopo, aprendo il tabernacolo in cui l’aveva riposta, vide con grande stupore che l’ostia si era trasformata in una sostanza sanguinosa. Bergoglio venne subito informato e diede istruzione di fotografare il miracolo. L’ostia era diventata un frammento di carne e sangue ed era anche aumentata di dimensioni. Il 5 ottobre 1999 il dott. Castanon prelevò un campione e lo inviò a New York. Uno degli scienziati che analizzo il frammento dichiarò “Il materiale analizzato è un frammento del muscolo cardiaco che si trova nella parete del ventricolo sinistro in prossimità delle valvole. Questo muscolo è responsabile della contrazione del cuore. Va ricordato che il ventricolo sinistro del cuore pompa sangue a tutte le parti del corpo. Il muscolo cardiaco in esame è in una condizione infiammatoria e contiene un gran numero di globuli bianchi. Ciò indica che il cuore era vivo al momento del prelievo. La mia tesi è che il cuore era vivo dal momento che i globuli bianchi, al di fuori di un organismo vivente, muoiono, perché hanno bisogno di un organismo vivente per sostenerli. Quindi la loro presenza indica che il cuore era ancora vivo quando il campione è stato preso. Per di più questi globuli bianchi sono penetrati nel tessuto, ciò indica che il cuore aveva subito un grave stress, come se il proprietario fosse stato picchiato duramente sul petto”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here