Muore a 19 anni stroncata da un cancro al fegato. I medici le dissero: “Smetti di cercare su Google”

3
65347

La 19enne Bronte Doyne è morta pochi giorni fa a causa di un terribile cancro al fegato. La ragazza era andata da diversi specialisti credendo di essere malata di cancro. Se ne era convinta studiando i suoi sintomi e dolori e attraverso delle comuni ricerche su Google. Come spesso avviene i dottori (di Nottingham) avevano detto che la sua diagnosi non era affatto corretta e che Google spesso dava dei risultati fuorvianti. Dopo pochi mesi, ulteriori approfondimenti le diedero però ragione: aveva un tumore che i medici riuscirono ad operare. Ma i dolori continuavano e, sempre attraverso internet ed in particolare attraverso un forum statunitense, aveva letto che il tumore poteva tornare anche a stretto giro. Ebbene, sentiti di nuovo i medici, questi hanno escluso possibilità di ricadute e tranquillizzato lei e la famiglia. Ma Bronte aveva ancora dolori: dopo 16 mesi di sofferenza, a 19 anni, è morta. Aveva nuovamente un tumore al fegato.

3 COMMENTS

  1. Purtroppo è vero che certe persone sopravvalutano internet, ma e anche vero che troppi medici lo sottovalutano, e quando gli capita un paziente che riferisce i risultati delle proprie ricerche, si sentono spodestati dal loro potere invece di prendere in considerazione la possibilità che la curiosità del proprio paziente possa portare ad una giusta diagnosi.
    In qualunque occasione, siamo sempre più inclini a preoccuparci del rispetto delle gerarchie, piuttosto che preoccuparci delle persone.
    Ciao Bronte, riposa in pace dolce angelo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here