Nessuna mamma dovrebbe vedere il proprio figlio ridotto così. Il piccolo non smetteva di urlare

0
5531

I genitali rimasti incastrati all’interno della retina del suo costume da bagno. Un dolore assurdo accompagnato da grandi urla.
“Si è lasciato andare ad un urlo fortissimo, il più forte che abbia mai sentito. E’ un urlo che mai nessuna madre dovrebbe sentire. All’inizio avevo capito che era successo qualcosa collegato al costume da bagno, ma non riuscivo a capire perfettamente cosa. Vedevo solo che Jack piangeva e si disperava per il dolore. Sono subito andata nella reception dell’hotel dove alloggiavamo per farmi dare un paio di forbici: volevo tagliare quel costume. Ma poi ho capito che la situazione era grave e dovevo portarlo dal medico. Il dottore ha visto che il suo pene era incastrato nella retina e si era confiato molto a causa dell’ostruzione del flusso sanguigno. Poi per fortuna sono riusciti a liberarlo e possiamo dire che non ha subito nessun danno grave e permanente”, ha dichiarato mamma Laura.

Ora sarà avviata un’indagine ulteriore riguardante la sicurezza di quel costume da bagno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here