Panico in Italia: Il virus Zika arrivato nel nostro Paese. Già 4 persone contagiate

0
4324

Al momento sarebbero quattro i casi di contagio nel nostro Paese. Si tratterebbe di 4 persone rientrate dal Brasile ed i casi si riferirebbero alla primavera del 2015. Tre pazienti sono stati trattati allo Spallanzani di Roma ed uno a Firenze. Attualmente, stanno bene”. Il virus ha colpito 22 Paesi in America Latina e la Gran Bretagna. Il virus genera gravi malformazioni nei neonati come la microcefalia. Il servizio sanitario britannico ha annunciato sul suo sito web che “dall’inizio di gennaio 2016 tre viaggiatori provenienti dalla Colombia, dal Suriname e dalla Guyana sono stati infettati”. Non esiste per ora una cura per l’infezione da virus Zika, che è trasmesso dalla zanzara Aedes Aegypti, responsabile anche di dengue e chikungunya. Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli studi di Milano ha detto “Va precisato che la malattia non ha certo la letalità di ebola, nel 25% dei casi è asintomatica. Nella gran parte, la sintomatologia è lieve con forme di febbricola, congiuntivite, esantemi Pur essendo presente da tempo ma con focolai circoscritti è dal 2015 che è in corso una forte epidemia in Brasile, dove addirittura si pensa a una correlazione tra il virus e le microcefalie dei neonati. Il contagio, potenzialmente, può essere diffuso in Europa anche dalla zanzara tigre, com’è avvenuto, ad esempio, qualche anno fa nel Riminese quando un turista, ammalato di chikungunya, ha provocato una piccola epidemia diffusasi via zanzare, contagiando 200 persone. In questi casi deve scattare il sistema di sanità pubblica che da una parte isoli le persone infette, vietando loro, ad esempio, di uscire di casa nel periodo della malattia per evitare di essere punti dalle zanzare. E dall’altra occorre intervenire con i sistemi di bonifica ambientale per ridurre la presenza di zanzare. Non dimentichiamoci che il contagio ha le stesse caratteristiche del fuoco: se si interviene subito sul primo focolaio, si spegne subito, Altrimenti divampa l’incendio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here