Patate e toast cancerogeni: vietato cucinarli in questo modo

0
2263

Fate attenzione: patate e toast, se cotti eccessivamente, aumentano il rischio cancro. Questo è quanto emerso da un recente studio condotto dalla Food Standards Agency (l’agenzia governativa inglese per la sicurezza alimentare), che ha evidenziato come questi due alimenti, se cotti eccessivamente, presentino livelli di acrilammide (una tossina cancerogena) piuttosto alti. L’acrilammide si sviluppa quando amminoacidi, zuccheri e acqua sono sottoposti a temperature più alte di 120° C. Gli studiosi hanno così rilevato che un semplice piatto di patatine fritte (cotte eccessivamente) presenta 1,052 microgrammi (µg) di tossina per chilo, ovvero 50 volte in più rispetto ad una cottura corretta. Nel caso delle patate arrosto, invece, gli studiosi hanno rilevato 490 µg per kg, ovvero 80 volte di più del normale. Risultati analoghi anche per i toast: quello eccessivamente bruciacchiato conteneva 167 µg (ovvero 19 volte più del normale) rispetto ai 9 µg per chilo del toast cotto in maniera corretta. Quindi, è sufficiente non esagerare con la cottura e, almeno nel caso delle patate, non conservarle in frigo, così da evitare di aumentare la quantità di zucchero presente all’interno.
“La valutazione del rischio indica che ai livelli a cui siamo esposti con il cibo, l’acrilammide potrebbe aumentare il rischio di cancro. Non consigliamo alle persone di smettere di mangiare determinati alimenti, ma quando si cucinano per esempio le patate in casa, di cuocerle fino alla colorazione dorata”, ha dichiarato Guy Poppy, capo consulente scientifico della Fsa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here