Pensione anticipata a 63 anni: ecco cosa c’è da sapere

0
513

La pensione anticipata a 63 anni è un’ipotesi concreta. Ad annunciare questa possibilità è il Presidente dle Consiglio Matteo Renzi. Con la Legge di Stabilità 2017 il pensionamento anticipato sarà operativo. Attenzione: l’assegno mensile sarà decurtato tuttavia di una parte . La novità è stata accolta con un pò di freddezza e, inoltre, sta confondendo molti cittadini. Per chiarire, la pensione anticipata contributiva a 63 anni è una misura attiva già da tempo. Per accedervi occorre aver compiuto 63 anni e 7 mesi di età, aver maturato 20 anni di contributi e un assegno pari ad almeno 2,8 volte l’assegno sociale. La pensione si calcola con il sistema contributivo e la decurtazione cambia in base alla carriera lavorativa, all’ammontare degli stipendi e all’anzianità di servizio posseduta. Per quanto concerne i lavoratori disoccupati, le penalizzazioni per l’anticipo saranno chiarimenti minori, poiché graduate in base al reddito. I requisiti previsti per la pensione di vecchiaia diverranno uguali per tutti nel 2018 (66 anni e 7 mesi di età e 20 anni di contributi) e aumenteranno nel 2019 (66 anni e 11 mesi). CONTINUA A LEGGERE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here