Putin distrugge decine di autocisterne di petrolio siriano rubate da Isis

0
1604

L’esercito russo ha localizzato, mediante le immagini satellitari, una vasta colonna di autocisterne dell’ISIS che stanno trasportando petrolio, estratto in Siria (petrolio rubato alla popolazione siriana) e destinato ad alimentare il mercato nero, che porta allo ‘stato islamico’ 3 milioni di euro al giorno. E’ noto come ISIS finanzi la jihad in questo modo. La Turchia e altri paesi fanno affari con ISIS, ma da parte della comunità internazionale non c’è una risposta adeguata. Al contrario, sia la Turchia di Erdogan, che Qatar e Arabia Saudita, continuano ad essere dei referenti Isis. Anche Renzi si è recato in visita dalla famiglia reale saudita poche settimane fa. Nel giro di poche decine di minuti dal momento dell’avvistamento, l’aviazione russa ha localizzato il convoglio, e lo ha letteralmente polverizzato in pochi minuti. Oltre alla perdita di molte tonnellate di petrolio, lo stato islamico con questo raid ha perduto numerosi mezzi di trasporto, diminuendo la propria capacità di trasportare e contrabbandare petrolio.

Video https://www.youtube.com/watch?v=WgYbiCGYy2c

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here