Quando viene comunicata la sentenza di ergastolo la reazione di Sabrina e Cosima è opposta

1
3991

Confermati 8 anni di reclusione per Michele Misseri. La Corte d’assise d’appello di Taranto ha confermato la condanna a otto anni di reclusione per Michele Misseri, marito di Cosima Serrano e padre di Sabrina, per concorso in soppressione di cadavere.
“Contenti, ma non c’è nulla da esultare. Siamo soddisfatti dal punto di vista processuale, ma non c’è da esultare di fronte ad una sentenza di questo tipo, ad un ergastolo”. Queste le parole di Luigi Palmieri, avvocato della famiglia Scazzi al microfono di Isabella Romano per Rainews24. “Avevamo la sensazione che sarebbe andata a finire così. Siamo convinti dell’innocenza delle due imputate condannate all’ergastolo e speriamo davvero di trovare a Roma un giudice terzo”. Lo ha dichiarato ai giornalisti l’avvocato Luigi De Iaco, co-difensore di Cosima Serrano. “Speravamo in un esito diverso. La conferma dell’ergastolo era un pericolo, un opzione. Appelleremo la sentenza e’ in ogni caso sapevano che ci sarebbe stato un terzo grado di giudizio” ha affermato l’avvocato Nicola Marseglia, co-difensore di Sabrina Misseri.

Cosima Serrano, zia della vittima, che in primo grado si era avvalsa della facoltà di non rispondere lo scorso febbraio ha parlato per oltre un’ora ribadendo la sua innocenza: “Sono passati 2015 anni e Gesù venne condannato dal popolo. Se allora tutti vogliono che siamo condannate…Oggi tutti i giorni vengono condannati degli innocenti”.

1 COMMENT

  1. a sentire questi fior di santi evangelici,vien da domandarsi,ma l’autopsia è stata fatta bene?Non è che la poveretta è morta per causa naturale.?

    Una congiura diabolica di vecchiacci ?Spero che in terza istanza sia condanna all’ergastolo a tutti e di carcere duro.,e di loro non si parli più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here