Quota 96, nuove promesse da Anna Giacobbe

La situazione per i Quota 96 – gli oltre 4mila dipendenti delle scuole che attendono da mesi delle risposte in merito al loro pensionamento – si fa ancora più ingarbugliata.

0
1039

La situazione per i Quota 96 – gli oltre 4mila dipendenti delle scuole che attendono da mesi delle risposte in merito al loro pensionamento – si fa ancora più ingarbugliata.

Come ricorderemo, i Quota 96 sono i dipendenti e lavoratori delle scuole che, pur avendo tutti i requisiti per andare in pensione, non possono accedere al pensionamento a causa di alcuni errori contenuti nella riforma Fornero sul lavoro. Nel corso delle decisioni prese per la riforma della Pubblica Amministrazione, si era inizialmente parlato di un emendamento specifico per sbloccare questi lavoratori e consentire loro di andare in pensione, ma poi, a causa di problemi di fondi definiti dalla Ragioneria dello Stato, non è stato possibile adempiere a queste promesse.

Ora, nuove promesse giungono dalla deputata del Pd Anna Giacobbe, che nel corso di un comunicato stampa ricorda l’importanza di questa vicenda, tuttavia dolorosa, nella quale sono intrappolati i lavoratori italiani. E ammette: “Nuove soluzioni, la chiamerò Quota 100: per amore della verità, a partire da questo. Ormai la somma tra età e anzianità contributiva non è più 96. Ora l’impegno a dare una soluzione è stato assunto: credo che una soluzione nel provvedimento sulla scuola, nei primi mesi del prossimo anno, ci sarà”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here