Si fingeva badante per avvicinare uomini anziani. Poi, una volta ottenuta la loro fiducia, quello che faceva alle sue vittime è raccapricciante

0
2124

Una badante di 44 anni è finita agli arresti domiciliari con un’accusa pesantissima: aver drogato e poi derubato un numero ancora imprecisato di anziani, residenti a Milano, tra il novembre 2014 e l’aprile del 2015. Si proponeva come badante, ma poi drogava le anziane vittime sciogliendo nel caffè un potente psicofarmaco a base di benzodiazepine. Poi, approfittando del loro stato confusionale, svaligiava le loro abitazioni.
Le attività investigative sono state portate avanti dal pool antitruffa composto dalla polizia di Stato e locale, coordinati dal procuratore aggiunto della Repubblica di Milano Alberto Nobili e diretti dal sostituto procuratore della Repubblica Luigi Luzi. Il lavoro del pool, con la collaborazione degli agenti del commissariato Sempione, ha permesso di scoprire come agiva la donna
“Al fine di individuare eventuali ed ulteriori episodi criminali e di consentire ad altre vittime di presentare denuncia presso le competenti Autorità, si segnala alle persone che leggendo la notizia riconoscano nelle modalità sopra descritte episodi da loro patiti, l’opportunità di contattare il Pool Antitruffe della Procura di Milano ai numeri 02/54332703 – 2025″, l’appello della questura di Milano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here