Svolta nel delitto di Loris, Veronica: “So chi è stato, ecco il nome”

0
4654

Sono state rese note alcune delle intercettazioni ambientali dal carcere di Veronica Panarello mentre era colloquio con il marito e con gli altri familiari. In alcuni passaggi, per ora, l’unica indagata per il delitto del figlio, il piccolo Loris Stival, ha detto di essere innocente e che quella tipologia di delitti li può compiere solo una persona senza scrupoli come un trafficante di droga e armi. Per questo Veronica parla di alcuni sospetti su due amici del marito che erano finiti in precedenza in carcere per reati legati proprio al traffico di droga e armi. Nelle pagine delle trascrizioni si legge questo passaggio “era amico proprio di due soggetti finiti in carcere per tali motivi”. Intanto è stata notificata la chiusura delle indagini preliminari che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio e, dagli atti, è stato reso noto che diversi parenti andavano in tv percependo compensi fino a 3.500. Tra le varie telefonate intercettate anche quella tra la mamma di Veronica e Barbara D’Urso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here