Tangente in un servizio di Striscia con Brumotti: L’attore rischia il carcere

0
3241

Incredibile quello che è accaduto presso la Procura di Torino. Un infiltrato di Striscia La Notizia, il noto Tg satirico di Canale 5 rischia di essere condannato a due anni di carcere per aver offerto una tangente nel tentativo di sventare un caso di corruzione. Per la Procura chi corrompe qualcuno commette un reato anche se il suo obiettivo è denunciare qualcosa pubblicamente. La vicenda è contenuta nel maxi processo per ‘patenti facili’, in corso in questi giorni. Del caso si stava occupando un inviato della trasmissione, Vittorio Brumotti che, tuttavia, non sarebbe coinvolto nel processo. Ad essere accusato è un uomo residente a Settimo Torinese che venne ingaggiato in qualità di attore con il compito di contattare una delle autoscuole sospette e ottenere illecitamente la patente C versando una tangente. L’uomo sbagliò platealmente nove su dieci risposte del quiz dell’esame teorico, filmando il tutto con una telecamera nascosta, e venne promosso. A quel punto Brumotti contattò la polizia. L’avvocato difensore ha detto “L’unico problema di questa storia è che il mio assistito, una volta che le forze dell’ordine furono informate, sostenne anche la prova pratica di guida. Avrebbe dovuto rifiutarsi. Ma in questo modo avrebbe rovinato le indagini e il servizio. In ogni caso, non c’è corruzione perché non c’è il dolo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here