Ticket addio per visite, farmaci e analisi mediche. Ecco tutte quelle che da oggi non saranno più gratis…

0
9830

Ticket addio? Si per 203 visite ed esami medici che, da oggi, si pagheranno in modo autonomo. Il decreto “Appropriatezza”, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avvenuta il 20 gennaio 2016, riduce le prestazioni sanitarie finanziate dal Sistema sanitario Nazionale. Tra queste, spariscono risonanze magnetiche ed esami di laboratorio. Lo stesso avverrà per le visite specialistiche, che potranno essere prescritte solo a particolari condizioni di erogabilità. Il testo normativo presenta un elenco completo delle materie: odontoiatria, genetica, radiologia diagnostica, esami di laboratorio, dermatologia allergologica, medicina nucleare. Molti cittadini, quindi, dovranno pagare per intero il solo ticket per una serie di esami e visite specialistiche per la prevenzione di diverse patologie. Chiaramente, tutto dipenderà dallo stato clinico o personale del destinatario, e dalla particolare finalità della prestazione (terapeutica, diagnostica, prognostica o di monitoraggio di patologie o condizioni). Ai fini della prescrizione di prestazioni di radiologia diagnostica, è condizione di erogabilità la patologia oncologica, il sospetto oncologico o le complicanze post-chirurgiche. L’esame del colesterolo, invece, sarà consentito, con il vecchio regime, solo a soggetti in età superiore a 40 anni e con fattori di rischio cardiovascolare elevati. Le problematiche odontoiatriche costituiscono un caso a parte, per le quali dovranno valutarsi le condizioni di vulnerabilità sanitaria, o di vulnerabilità sociale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here