Torino, pesta un anziano: “Abusò di me quando ero bambino”. Ecco cosa decide il giudice …

0
785

Bloccato mentre prendeva a calci un uomo di 64 anni con il quale – racconterà poi in aula – aveva avuto rapporti sessuali da minorenne. Proprio ieri è arrivata la sentenza per il giovane. Il giovane aveva dichiarato: “L’uomo che ho aggredito è il mio ex pedofilo, che mi perseguitava da tempo”. Ma il gup di Torino, Potito Giorgio, lo ha condannato a 3 anni e otto mesi, riconoscendogli l’attenuante della provocazione. Lo scorso maggio il giovane aveva travolto con la sua auto l’anziano, in sella alla bicicletta, poi era sceso dalla vettura e aveva iniziato a colpirlo violentemente con calci al volto e al corpo. Un ufficiale dei carabinieri, che non era in servizio, è intervenuto per placare la furia del giovane. L’anziano, pregiudicato per altri reati, aveva riportato varie fratture alla schiena e al volto. La difesa del giovane, in aula, aveva parlato di una vera e propria azione di stalking dell’anziano nei confronti del ragazzo, con minacce e atti vandalici. Tutto s’interruppe nel 2011, quando l’uomo finì in carcere. CONTINUA A LEGGERE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here