Tragedia nel mondo della musica: “Morto uno dei Beatles”

0
3483

E’ venuto a mancare nelle scorse ore Andy White, il batterista ottantacinquenne stroncato da un ictus. A rivelarlo sono stati i parenti del compianto artista. Suonò al fianco di numerose star ma non riuscì invece mai a raggiungere la fama presso il grande pubblico se non in un’unica, irripetibile occasione: quando, l’11 settembre 1962, fu convocato in extremis ai celebri studi londinesi di Abbey Road per sostituire Ringo Starr nella registrazione di Love Me Do e P. S I Love You, primi brani mai incisi dai Beatles. L’opportunità gli arrivò grazie alla diffidenza del produttore George Martin nei confronti di Ringo Starr, di cui non apprezzava la tecnica. In realtà Ringo si era unito ai Fab Four solo da pochissimo tempo, avvicendando Pete Best inviso agli altri, e non aveva ancora avuto modo di integrarsi con il resto del gruppo. Così Martin incaricò uno dei propri assistenti, Ron Richards (futuro scopritore degli Hollies di Graham Nash), di rivolgersi al sindacato cui era iscritto White per trovare un sostituto. I due già si conoscevano e Richards gli offrì una scrittura per tre ore di lavoro con l’etichetta Emi. Ecco come divenne “Beatle per un giorno”. Presto però Ringo si fece largo, ottenendo l’apprezzamento del produttore e recuperando il suo posto. In un’intervista al Daily Record disse 50 anni dopo “Avevo sentito parlare dei Beatles perché la mia prima moglie, Lynne, era di Liverpool anche lei e me li aveva menzionati, ma non ne sapevo granché. […] Non immaginavo proprio quanto speciali sarebbero diventati”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here