Ad essere colpita dalla violenta scossa di terremoto è stata la prefettura di Kumamoto, nel sud del Giappone. Le autorità locali hanno già estratto dalle macerie 9 corpi ormai senza vita ma, a quanto riferiscono fonti non ufficiali, il bollettino è destinato tragicamente ad aumentare. Si parla di un migliaio di persone sottoposte a cura e circa una cinquantina in condizioni gravi. In base ai dati della prefettura centrale circa 44.000 persone sono state sistemate in 500 centri di accoglienza all’interno della regione. La prima scossa è stata di magnitudo 6.5 della scala Richter ed è stata avvertita intorno alle 21:30 (ore locali). Successivamente si sono succedute circa un centinaio di scosse di assestamento. Le autorità fanno sapere che non sono escluse nuove violente scosse. Almeno 20 abitazioni sono crollate nella cittadina di Mashiki. Il premier Shinzo Abe ha dichiarato che il governo farà tutto il possibile per offrire l’assistenza adeguata alla popolazione locale. CONTINUA A LEGGERE…

NO COMMENTS

Leave a Reply