Trovate in Italia le zanzare col “Virus Killer del Nilo”: E’ Allarme in queste province

1
20405

E’ stata attivata dal Centro nazionale sangue la procedura di prevenzione che prevede la somministrazione del NAT a tutti i donatori residenti nelle province di Ferrara, Milano, Brescia, Lodi, Modena, Reggio Emilia, Cremona e Pavia. Non si esclude che però l’insetto possa espandersi in altre località del Belpaese.  Il motivo? La zanzara con il “Virus killer del Nilo” avrebbe fatto la sua comparsa proprio in queste zone. L’infezione da virus del Nilo occidentale risulta essere nell’80% dei casi asintomatica. Soltanto nel restante 20% dei soggetti i sintomi sono evidenti. Spesso, tuttavia, li si sottovaluta perché molto simili a quelli di un’influenza. Nell’0,1% dei casi (e in questa percentuale si considerano sia i sintomatici che gli asintomatici), l’infezione può provocare meningite e meningo-encefalite. Per questo è stata disposta la prassi in base alla quale i donatori residenti o provenienti dalle aree a rischio si dovranno astenere dalla donazione per 28 giorni, anche nel caso in cui avessero trascorso una sola notte nelle zone indicate. La febbre West Nile, trasmessa dalle normali zanzare adulte,  colpisce sia animali (in particolare i cavalli) che persone e, in alcuni rari casi, può essere mortale.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here