ULTIMISSIMA ELENA CESTE, svolta assurda: “Nessuno se ne era accorto, nemmeno dall’autopsia”. E’ SHOCK

0
525

Il caso di Elena Ceste è ormai vicino ad una svolta. Enrico Scolari e Giuseppe Marazzita, legali di Michele Buoninconti sono pronti ad inoltrare ricorso presentando un particolare piuttosto importante che potrebbe mutare la condanna a 30 anni arrivata lo scorso 4 novembre. I due difensori, a quanto si apprende, si appellerebbero ad una frattura scoperta nello scheletro di Elena Ceste. Nello specifico, quella dell’osso sacro. Proprio quella frattura potrebbe essere compatibile con una caduta (accidentale) della donna. Tutto questo, chiaramente, farebbe cadere l’ omicidio di quel 24 gennaio 2014. In appello gli avvogati di Michele Buoninconti cercheranno di smontare la ricostruzione secondo laquale l’avrebbe strangolata. CONTINUA A LEGGERE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here