L’Italia continua a tremare. Questa volta, intorno alle 5:30 di questa mattina, a sentire il tremolio sono stati gli abitanti della zona di Orvieto. La scossa, di 3.2 gradi della scala Richter, aveva un epicentro a Castel Giorgio e a cinque chilometri di profondità. Le autorità hanno deciso di riattivare il Centro operativo comunale chiuso ieri sera ad Orvieto. Per i residenti che volessero usufruirne, visto acne il meteo avverso, presso la palestra comunale si sta allestendo un centro di accoglienza. In molti, intanto, hanno deciso di trasferirsi per qualche giorno nelle auto parcheggiandole in luoghi aperti e lontano dai palazzi. Al momento non si registrano ulteriori danni alle abitazioni, ma sono in corso verifiche da parte di Protezione civile, carabinieri e polizia. CONTINUA A LEGGERE…

NO COMMENTS

Leave a Reply