Yara prima di essere uccisa è stata…

0
2486

L’atrocità umana non ha limiti, e quando a subirne l’efferata crudeltà sono bambini o ragazzi non si può fare altro che rimanere sconcertati. Nuove indiscrezioni infatti sono arrivate dal caso Yara. Il suo seviziatore e attualmente primo accusato Massimo Bossetti, avrebbe non solo sottratto il bene più raro alla piccola Yara, ma lo avrebbe fatto torturandola fino alla morte. Secondo gli inquirenti infatti, dalle profonde ferite e lacerazioni trovate sul cadavere dell’adolescente di Brembate si è giunti alla conclusione che il killer non ha solo atrocemente abusato di lei ma ha anche inferito con un taglierino o con un coltello a lama lunga su tutto il suo corpicino. “Sul corpo di Yara c’erano diverse ferite, tutte provocate da un coltello o da un taglierino dalla lama molto affilata. Secondo il magistrato quei tagli erano pure e semplici sevizie. Torture”  hanno dichiarato fonti anonime alla rivista “Dipiù”. Vedremo quindi ora, a quanto ammonterà la pena di Bossetti e quanto davvero verrà riscattata la memoria di Yara.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here